Asana: Tadasana

Asana Tadasana Montagna Cristina Giaccardi Sberlinfetti

La posizione della montagna

Apparentemente molto semplice, in tadasana si sviluppa la capacità di ascolto e di osservazione, senza giudizio, del proprio corpo e del proprio respiro. A quanto pare non esiste una descrizione dettagliata nei testi classici.

In tadasana i piedi possono essere uniti o leggermente distanti all’altezza delle anche, le mani un po’ distanti dal corpo con il palmo rivolto o verso il corpo o in avanti, gli occhi chiusi o socchiusi.

Si prende consapevolezza del proprio corpo partendo dai piedi sentendoli ben ancorati a terra, si osservano le spalle le mani, il bacino e le anche ed il viso. Si può immaginare un filo sopra la testa che allunga la colonna vertebrale verso l’alto. Come in tutte le asana un’attenta consapevolezza del respiro è fondamentale, cercando di allungare, senza forzare, un po’ l’inspiro e un po’ l’espiro.

 

 

 

© 2019 La Famiglia Sberlinfetti