Eugenio in via di Gioia: la recensione del concerto!

Laura Sberlinfetti Eugenio in via di Gioia recensione concerto

Il 6 luglio al Sonic Park di Stupinigi

Il 6 luglio finalmente sono andata ad assistere  al concerto degli Eugenio in Via di Gioia. Non era esattamente solo un concerto, direi più un raduno: infatti si poteva già entrare dalle 16 e si potevano fare molti “laboratori” (come quelli di giocoleria, ping pong, etc…).

Io sono arrivata circa alle 19.30 e – dopo aver ritirato il biglietto – io e Manuela (la mia super amica) siamo potute entrare allo Stupinigi Sonic Park, un posto decisamente figo.

Punto a favore dell’organizzazione: si sono preoccupati dell’impatto ambientale che produce la plastica e per evitare inutili sprechi si poteva comprare un simpatico bicchiere riutilizzabile al prezzo di 2 euro (non erano ammesse bottigliette, quindi si era praticamente obbligati a comprare il bicchiere); inoltre l’acqua era gratuita, e la birra no:  6 euro a bicchiere, dunque è stata una serata beer free!.

Verso le 21 è iniziato il concerto; all’inizio è salito un poeta un po’ strano che declamava  poesie sui petti di pollo. Poi è arrivato l’artista che avrebbe dovuto aprire e abbiamo tutti scoperto un talento: Emit è diventato il nostro nuovo amore (@eccomit su instagram).

Finalmente verso le 22 sono arrivati gli Eugenio, che per ben circa due ore sono stati capaci di intrattenerci alla grande; inoltre hanno invitato molti ospiti a salire sul palco, come Willie Peyote (anche lui mio grande amore, sicuramente il mio prossimo concerto), Guido Catalano (oeta torinese super bravo), e Frank Matano.

È stato un concerto molto bello e pieno di sorprese; all’inizio ero un po’ scettica ma devo dire che mi sono completamente ricreduta e, se ricapiterà l’occasione, sarò contenta di andare a risentire gli Eugenio in Via di Gioia,  che sono consigliatissimi!

© 2019 La Famiglia Sberlinfetti

Be the first to comment

Leave a Reply